Primo posto in un concorso indetto dal MIUR per la 1LA del Liceo “G.Zanella”

La classe 1LA del Liceo “G.Zanella”, con la docente di Lettere, prof.ssa Francesca Ruzzante, il prossimo 18 giugno volerà a Bruxelles in visita alle istituzioni europee (Parlamento e Commissione), avendo conseguito il miglior risultato su scala nazionale tra tutte le classi prime partecipanti al concorso “Conoscere i trattati per un’Europa più forte e più equa”, promosso dal Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca (MIUR) e dalla Presidenza del Consiglio dei Ministri – Dipartimento per le Politiche Europee.Il testo risultato vincitore, intitolato “Europa, terra dei diritti”, ha inteso dimostrare in forma di saggio come, nonostante le ridotte dimensioni territoriali, l’Europa abbia raggiunto nei secoli un ruolo politico ed economico rilevante, che le permette di confrontarsi alla pari con altre potenze globali, senza tuttavia mai rinunciare al perseguimento del benessere dei suoi 500.000.000 di cittadini attraverso politiche di welfare e tutela dei diritti. Le alunne si sono impegnate a studiare alcuni dei trattati fondativi e altri documenti della UE per trovare elementi a sostegno della propria tesi, con particolare riguardo alla promozione della donna e alla sostenibilità ambientale. Una speciale menzione è andata anche alla classe 4LD del Liceo “G.Zanella, coadiuvata dalla prof.ssa Donatella Dall’Alba, docente di Storia e Filosofia, che, con un elaborato dal titolo “Europa unita: un dialogo in viaggio”, riceverà un’attestazione di merito in quanto autrice del migliore elaborato del concorso, in una sezione parallela dedicata a lavori di ricerca: durante un viaggio verso Bruxelles, tre immaginari interlocutori discutono del valore storico, delle criticità e delle potenzialità dell’Unione Europea. La Commissione esaminatrice non ha potuto ammettere alla competizione l'elaborato, poiché eccede il limite di lunghezza previsto dal bando.l lavori sono stati un’occasione per far riflettere gli studenti su alcuni aspetti del nostro vivere, che vengono perlopiù percepiti come naturalmente acquisiti mentre sono il risultato di eventi storici anche drammatici e di lunghi processi di ricomposizione fra le diverse sensibilità dei popoli che abitano lo spazio del nostro continente.

1LA.jpg

Classe 1LA

4LD.jpg

Classe 4LD